Decessi

Ufficio competente: Ufficio Decessi
Indirizzo: Palazzo Comunale, lato sinistro, secondo piano
Telefono: 0131 515220
Fax:0131 515243
E-mail: zaira.cacciabue@comune.alessandria.it

COSA FA L’UFFICIO

L’Ufficio riceve le denunce di tutte le morti avvenute nel territorio del Comune.

DOVE E COME PRESENTARE LA RICHIESTA

La denuncia deve essere effettuata presso l’Ufficio Decessi, competente in quanto nel territorio comunale:

  • ha effettivamente avuto luogo il decesso;
  • in base alle notizie fornite dal Magistrato o dall’Ufficiale di Polizia Giudiziaria, è stato rinvenuto un cadavere di persona deceduta o per causa violenta o per causa naturale, anche se si ignora l’esatto luogo della sua morte.

CHI PUÒ PRESENTARE LA RICHIESTA

La morte avvenuta in abitazione va denunciata:

  • da uno dei congiunti del defunto;
  • dal convivente del defunto;
  • dal delegato dei congiunti/del convivente del defunto;
  • da una persona informata della morte (generalmente la Impresa di Onoranze Funebri autorizzata dai soggetti di cui sopra) e senza l’assistenza dei testimoni.

La morte avvenuta in ospedale o in qualsiasi altra struttura (casa di cura, casa di riposo, collegio, istituto, convivenza, ecc.) va denunciata dal Direttore della struttura o da un suo delegato.

DOCUMENTI DA PRESENTARE

  • Per la denuncia del decesso avvenuto in abitazione occorrono il certificato rilasciato dal Medico Necroscopo e la scheda ISTAT compilata dal Medico di Base o dal Medico Necroscopo.
  • Per la denuncia della morte avvenuta in ospedale o in qualsiasi altra struttura occorrono la comunicazione del Direttore della struttura o del suo delegato, la correlata scheda ISTAT ed il certificato di visita necroscopica.

SCADENZA

La denuncia deve essere effettuata entro 24 (ventiquattro) ore dal decesso.

MODALITÀ E TEMPI DI RISPOSTA

L’Ufficio:

  • rilascia l’autorizzazione al seppellimento della persona deceduta immediatamente o non appena ottenute le eventuali ulteriori certificazioni richieste dal Medico Necroscopo (nulla osta, riscontro diagnostico, ecc.);
  • in caso di trasferimento all’estero del feretro, rilascia il passaporto mortuario;
  • iscrive immediatamente l’atto di morte, rilasciando i rela-tivi estratti/certificati ed emettendo le connesse comunicazioni di sua competenza ai sensi della normativa vigente.

COSTO PER IL CITTADINO

Nessun costo.

RIFERIMENTI NORMATIVI

  • D.P.R. 10 settembre 1990, n. 285 (Approvazione del regolamento di polizia mortuaria).
  • D.P.R. 3 novembre 2000, n. 396 (Regolamento per la revisione e la semplificazione dell’ordinamento dello stato civile)
  • D.M. 27 febbraio 2001 (Tenuta dei registri dello stato civile nella fase antecedente all’entrata in funzione degli archivi informatici)
  • Circolari del Ministero di Grazia e Giustizia e del Ministero dell’Interno attinenti ed esplicative

IN EVIDENZA

L’Ufficiale dello Stato Civile non è competente a certificare le cause della morte, né queste vengono indicate nell’atto di morte e nei relativi certificati/estratti.
A tal fine l’utente deve rivolgersi al S.I.S.P. (Servizio Igiene e Sanità Pubblica). Per maggiori informazioni si rinvia al sito www.aslal.it o si contatti il S.I.S.P. (Via Venezia n. 6 – 15121 Alessandria (AL) – Tel. 0131 307802 – 0131 307824 – Fax 0131 264779 – E-mail:urp@aslal.it)
Per gli atti di morte formati presso altri Comuni e relativi a persone residenti nel Comune di Alessandria, l’Ufficio può rilasciare certificati ed estratti solo dopo la trascrizione nei propri registri del relativo atto. In ogni caso, chiunque sia interessato ad ottenere il rilascio di certificati/estratti potrà sempre rivolgersi all’Ufficiale dello Stato Civile del Comune ove è avvenuta ed è stata registrata la morte.