Condividi

Concessioni cimiteriali - Retrocessioni - Rinnovi - Volture

Ufficio competente: Ufficio Funebre
Indirizzo: Palazzo Comunale, lato destro, piano terreno
Telefono: 0131 515251 – 0131 515276
Fax:0131 515449 
E-mail: fausto.becchi@comune.alessandria.it - marco.repetto@comune.alessandria.it
 

COSA FA L’UFFICIO

L’Ufficio provvede alla stesura, mediante scrittura privata, dei contratti relativi alle concessioni per l’inumazione/tumulazione di cadaveri, resti mortali/ossei o ceneri, nonché per aree destinate a cappelle funerarie, in tutti i cimiteri comunali.
La concessione dà diritto al suo titolare (“concessionario”) di usare la sepoltura per un periodo di tempo prestabilito, variabile a seconda della tipologia di sepoltura, alle condizioni stabilite nel Regolamento comunale per i Servizi Funebri e Cimiteriali, rimanendo integro il diritto di proprietà del Comune.
La durata della concessione decorre dalla relativa data di rilascio ovvero dalla data di agibilità del manufatto oggetto di concessione, qualora successiva.
Il diritto all’uso della sepoltura, non commerciabile, alienabile, trasmissibile in eredità e rinnovabile alla scadenza, è limitato alla sola possibilità di collocare cadaveri, resti mortali/ossei o ceneri dei defunti della famiglia del concessionario o delle persone indicate nell’atto di concessione. La disciplina dei rapporti tra il Comune e il concessionario è oggetto di apposito contratto, da stipularsi a cura dell’Ufficio ed a spese del concessionario.
Nell’atto relativo, sottoscritto dal concessionario per accettazione e registrato nelle forme di legge, il Comune potrà imporre ogni condizione ritenuta opportuna nell’interesse del demanio, con particolare riguardo alla manutenzione delle tombe, alla decadenza della concessione in seguito ad abbandono o ad inosservanza delle disposizioni dell’Autorità Comunale.

DOVE E COME PRESENTARE LA RICHIESTA

La richiesta di concessione deve essere consegnata all’Ufficio, indicando:

  • i dati del richiedente (cognome, nome, residenza, codice fiscale, telefono);
  • i dati del defunto o dell’avente diritto (cognome, nome, data del decesso);
  • la dichiarazione che esiste il consenso degli altri familiari del defunto.

CHI PUÒ PRESENTARE LA RICHIESTA

La richiesta di concessione può essere presentata dal parente del defunto o dell’Impresa di onoranze funebri delegata. In questo ultimo caso alla domanda dovrà essere allegato copia del documento del richiedente.

DOCUMENTI DA PRESENTARE

Nessun documento.

MODALITÀ E TEMPI DI RISPOSTA

Le concessioni possono essere assegnate sia a persona vivente sia al momento del decesso secondo i criteri stabiliti dal Regolamento Comunale per i Servizi Funebri e Cimiteriali.
Nel caso di costruzione di nuovo sepolcreto, le concessioni, qualora non sia diversamente stabilito, vengono assegnate secondo l’ordine cronologico di presentazione e registrazione della domanda al protocollo generale del Comune.
Il pagamento della concessione cimiteriale deve avvenire prima della stipula del contratto stesso e, in ogni caso, prima di procedere alla sepoltura.
Dell’esito della domanda viene data comunicazione al richiedente.
La durata della concessione decorre dalla relativa data di rilascio ovvero dalla data di agibilità del manufatto oggetto di concessione, qualora successiva.

COSTO PER IL CITTADINO

La richiesta di concessione deve essere corredata da marca da bollo da €uro 16,00.
Le tariffe e gli oneri in materia di concessione sono determinati con specifico atto della Giunta Comunale.
Per maggiori informazioni sull’ammontare dovuto e sulle modalità di pagamento si consiglia di contattare sempre preventivamente gli operatori dell’Ufficio.

RIFERIMENTI NORMATIVI

  • D.P.R. 10 settembre 1990, n. 285 (Approvazione del Regolamento di Polizia Mortuaria)
  • Legge Regione Piemonte 31 ottobre 2007, n. 20 (Disposizioni in materia di cremazione, conservazione, affidamento e dispersione delle ceneri)
  • Regolamento comunale per i Servizi Funebri e Cimiteriali
  • Circolari del Ministero di Grazia e Giustizia e del Ministero dell’Interno attinenti ed esplicative.

IN EVIDENZA

L’Ufficio gestisce inoltre:

  • la “retrocessione” delle concessioni, qualora il concessionario di un loculo, ossario o sito cimiteriale intendesse restituirlo al Comune;
  • i “rinnovi” delle concessioni giunte a scadenza;
  • le “volture” agli eredi delle concessioni di cappelle funerarie il cui titolare sia deceduto.
  • Considerata la particolarità e complessità dei relativi procedimenti si consiglia di contattare sempre preventivamente gli operatori dell’Ufficio.

ALLEGATI