Condividi

Consulta Comunale Pari Opportunità

Logo Consulta Pari Opportunità

La Consulta Pari Opportunità del Comune di Alessandria è un organo consultivo e di proposta che opera in attuazione dei principi di parità contenuti nella Costituzione Italiana ( art. 3 e 37) e sulla base delle indicazioni impartite con la disposizione n. 635/84 del Consiglio della Comunità Europea e dalla Legislazione Nazionale e Regionale in materia (L.164/90, L. 125/91, L.R.46/86). La Consulta ha il compito di rimuovere gli ostacoli che, di fatto, costituiscono discriminazione diretta e /o indiretta nei confronti delle donne, valorizza le differenze di genere, favorisce la conoscenza della normativa e delle politiche riguardanti le donne, dà espressione alla differenza di genere e alle esperienze delle donne, attraverso funzioni di sostegno, confronto, consultazione, progettazione e proposta nei confronti del Consiglio Comunale.

Le componenti della consulta sono nominate dal sindaco, su designazione delle rispettive organizzazioni di appartenenza. La Consulta si insedia all’inizio di ogni legislatura e resta in carica quanto il Consiglio Comunale.

 
 
 
Foto insediamento Consulta Pari Opportunità
Foto insediamento Consulta Pari Opportunità
 

La Consulta è composta:

  • di diritto dall’Assessore alle Pari Opportunità, dalle Assessore nominate dal Sindaco e dalle Consigliere Comunali in carica;
  • da una rappresentante per ognuno dei partiti politici presenti in Consiglio Comunale;
  • da una rappresentante per ognuna delle associazioni femminili presenti ed operanti nella realtà comunale, formalmente costituite almeno da cinque anni con scrittura privata registrata o con atto notarile e che perseguono finalità inerenti la condizione femminile e il raggiungimento delle pari opportunità sul territorio del Comune di Alessandria;
  • da una rappresentante per ognuna delle Confederazioni Sindacali Unitarie;
  • da una rappresentante per ognuna delle Organizzazioni di categoria (agricoltura, artigianato, industria, commercio) e degli Ordini Professionali dotati di Comitato Pari Opportunità;
  • da una rappresentante dell’Ufficio Scolastico Regionale, sede di Alessandria;
  • da una rappresentante dell’UPO, sede di Alessandria.
 
 

Competenze

La Consulta esprime proposte ed elabora progetti di intervento locale, in particolare:

  • Valuta lo stato di attuazione nel Comune delle leggi internazionali, statali e regionali emanate per lo sviluppo del pieno potenziale femminile, con la verifica costante dello stato di attuazione della parità di genere nel territorio;
  • Promuove indagini conoscitive e ricerche sulla condizione femminile nell’ambito comunale;
  • Promuove iniziative di diffusione dei dati raccolti e di informazione circa le garanzie legislative esistenti;
  • Invita l’Amministrazione Comunale ad inviare alla Consulta in via preventiva i provvedimenti che direttamente o indirettamente trovano rilevanza sulla condizione femminile, al fine di consentire alla Consulta stessa di formulare osservazioni e proposte;
  • Propone azioni positive per la rimozione delle varie forme di discriminazione rilevate e di quelle denunciate,  anche in coordinamento con le Consigliere Provinciale e Regionale di Parità, fornendo eventuali pareri, consulenze e dando adeguate informazioni dei relativi risultati e vigilando sull’applicazione da parte di soggetti pubblici e privati, delle leggi relative all’attuazione della parità di genere;
  • Elabora progetti atti a promuovere una condizione di piena condivisione all’interno della coppia in modo da rendere la condizione femminile sempre più compatibile con l’impegno pubblico, sociale, e professionale delle donne;
  • Promuove iniziative per facilitare l’attività delle donne elette nelle Istituzioni diffondendo materiale, notizie utili all’esercizio delle funzioni e favorisce la partecipazione all’attività politica, economica e sociale della comunità locale;
  • Organizza seminari, convegni, corsi al fine di promuovere e diffondere la cultura del rispetto e della parità di genere, pubblicizzando e diffondendo periodicamente informazioni sulle attività svolte;
  • Adotta provvedimenti e azioni per contrastare qualunque forma di violenza contro le donne;
  • Adotta provvedimenti e azioni per contrastare linguaggi non rispettosi del genere;
  • Attua forme di collaborazione e di scambio con la Commissione Regionale per le Pari Opportunità, in raccordo con l’Assessorato per le Pari Opportunità.

La Consulta esprime pareri richiesti dagli organi di governo del Comune sugli atti ed iniziative da questi promosse.