Diritto di voto elettori A.I.R.E. – Parlamento Europeo

Ufficio competente: Ufficio Elettorale
Indirizzo: Palazzo Comunale, lato sinistro, secondo piano
Orario al pubblico: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.45
Telefono: 0131 515481 – 515389 – 515169
Fax: 0131 515207
E-mail: elettorale@comune.alessandria.it

COSA FA L’UFFICIO
Il Servizio Elettorale cura l’ammissione al voto dei cittadini italiani residenti all’estero in uno dei Paesi dell’Unione Europea che, rientrati in Italia, abbiano comunicato, al Servizio Elettorale del Comune, tassativamente entro il giorno precedente quello della votazione, l’intenzione di votare in Patria per l’elezione dei rappresentanti al Parlamento Europeo.

DOVE E COME PRESENTARE LA RICHIESTA
La richiesta di esercizio del voto in Italia deve essere presentata al Servizio Elettorale del Comune ove sono disponibili i relativi moduli.

CHI PUÒ PRESENTARE LA RICHIESTA
Il diretto interessato.

DOCUMENTI DA PRESENTARE
Certificato elettorale rilasciato dal Ministero dell’Interno o autocertificazione con la quale si dichiari sotto la propria responsabilità di non averlo mai ricevuto.
Carta di identità /passaporto / patente di guida in corso di validità.

SCADENZA
La richiesta deve essere presentata tassativamente entro il giorno precedente quello della votazione.

MODALITÀ E TEMPI DI RISPOSTA
Il Servizio Elettorale, verificati i requisiti del richiedente, ne comunica l’ammissione al voto:

  • al Presidente della sezione elettorale per consentire l’esercizio del diritto di voto;
  • alla competente Autorità Consolare per i dovuti controlli.

RIFERIMENTI NORMATIVI

  • Direttiva Comunitaria 93/109 del 06.12.1993 “relativa alla modalità di esercizio del diritto di voto e di eleggibilità alle elezioni del Parlamento europeo per i cittadini dell’Unione Europea che risiedono in uno Stato membro di cui non sono cittadini.”
  • Art. 38, comma 2, Legge 24.01.1979 n. 18 e s.m.i. “Elezione dei membri del Parlamento Europeo spettanti all’Italia”

 IN EVIDENZA

Per l’elezione dei rappresentanti dell’Italia al Parlamento Europeo i cittadini italiani residenti all’estero in uno dei Paesi dell’Unione Europea possono alternativamente:

  • votare per i candidati italiani nelle sezioni elettorali appositamente istituite presso i Consolati nel territorio dei Paesi di residenza. A tal fine detti elettori devono essere compresi negli elenchi ministeriali degli elettori residenti all’estero. Possono avvalersi della stessa facoltà anche gli elettori non iscritti nell’elenco di cui sopra che si trovino nei Paesi membri dell’Unione per motivi di lavoro o di studio, nonché i familiari con essi conviventi, formulando apposita domanda al consolato di riferimento. Nella domanda devono essere indicati il cognome, nome, luogo e data di nascita, domicilio e indirizzo postale esatto del richiedente, nonché i motivi per i quali lo stesso si trova nella circoscrizione consolare; detti motivi devono essere attestati dal datore di lavoro o dall’istituto o ente presso il quale l’elettore svolge la sua attività di studio e confermati ad opera del consolato. Gli elettori che esercitano il diritto di voto presso i consolati scelgono i rappresentanti al Parlamento Europeo tra i candidati italiani;
  • votare per i candidati dello Stato di residenza chiedendo alle competenti autorità locali di essere iscritti nelle apposite liste elettorali;
  • rimpatriare, comunicando al Servizio Elettorale del Comune, tassativamente entro il giorno precedente quello della votazione, l’intenzione di votare in Patria. I cittadini italiani residenti all’estero al di fuori dei Paesi dell’Unione Europea devono rimpatriare per recarsi a votare nel Comune di iscrizione elettorale il quale invia ad ognuno una cartolina avviso che reca l’indicazione della data della votazione e consente di usufruire delle agevolazioni di viaggio. Agevolazioni viaggi