Sindaco

Foto Sindaco Gianfranco Cuttica di RevigliascoGianfranco Cuttica di Revigliasco

Gianfranco Cuttica di Revigliasco è nato a Torino nel 1957; dopo aver frequentato il Liceo Classico presso l’Istituto Salesiano “Valsalice” di quella città, ha conseguito la laurea in Lettere con tesi in storia dell’Arte medioevale. Da tempo risiede nell’alessandrino.
Dal 1986 è stato titolare di cattedra di Storia dell’Arte presso il Liceo Artistico “Benedetto Alfieri” di Asti ( ex Istituto d’Arte) – Oggi insegna presso il Liceo Linguistico Amaldi di Novi Ligure ed è stato autore di alcune pubblicazioni di argomento storico-artistico.
Inoltre ha insegnato presso l’Università della Terza Età di Asti e di Alessandria e ha tenuto corsi per Animatore Turistico e Operatore Agrituristico organizzati da associazioni di categoria e come Docente di Storia dell’Arte, al corso “Tecnico superiore per la conservazione ed il restauro dei beni culturali” presso l’Istituto d’Arte Ottolenghi di Acqui Terme, anno 2003.
Da diversi anni presta opera di volontariato nel settore dei Beni Culturali. Come tecnico del settore ha curato la relazione storica per il Comune di Bassignana e di Cassine, il progetto di recupero cromatico dell’oratorio di Piovera, la relazione storica ed indagini per il recupero dell’ex fabbrica Boveri, già casa degli Umiliati di Alessandria. Ha redatto studi storico – artistici finalizzati al restauro degli affreschi della Pieve di Bassignana.
Ha seguito, su incarico della proprietà, l’avvio del progetto di restauro e riorganizzazione della destinazione d’uso della Storica Villa Ottolenghi di Acqui Terme, comprese le operazioni di intervento conservativo sulle superfici decorate del Mausoleo, da destinarsi in parte a sede espositiva.
Ha contribuito alla fondazione dell’associazione “Arca Grup” di Cassine e alla creazione della “Festa Medioevale”, rievocazione storica riconosciuta a livello nazionale dove in 24 anni di attività hanno partecipato importanti personaggi del mondo della cultura come Franco Cardini, Jean Markale, Vittorio Sgarbi.
E’ stato responsabile delle politiche culturali (Assessore) del Comune di Acqui ( 1993 -1994) , della Provincia di Alessandria ( 1994-1997) e del Comune di Alessandria (1997-2002)
Dopo aver avviato l’iniziativa di recupero e acquisizione degli affreschi arturiani trecenteschi della cascina Torre di Frugarolo, la più antica stanza dedicata a Lancillotto ad oggi pervenuta, ha organizzato la mostra internazionale sui cicli cavallereschi “Le stanze di Artù: gli affreschi di Frugarolo e l’immaginario cavalleresco nell’autunno del Medioevo” con catalogo curato da Enrico Castelnuovo – Alessandria, 1999
Ha attivamente sostenuto la realizzazione dell’Antiquarium dell’area archeologica di Forum Fulvii (Villa del Foro), Alessandria 2002
Ha atteso a tutte le operazioni preliminari e organizzative afferenti alla creazione della nuova sede del Museo Civico e pinacoteca di Alessandria, curando le relazioni con i partners Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e Regione Piemonte (1999_2002)
Attraverso specifica convenzione con la Ditta Borsalino SpA ha seguito e curato l’iter per il riallestimento del Museo del cappello di Alessandria sul modello gestionale del museo d’impresa.
Dal 2009 è stato iscritto, in qualità di storico dell’Arte, al gruppo di protezione civile Beni Culturali CB 90 AL1/ Ari (Associazione Restauratori d’Italia), con relativi impegni in occasione del sisma dell’Aprile 2009 in territorio Aquilano.
Nel corso del 2010 è stato individuato dalla Amministrazione Comunale di Bosco Marengo, in accordo con la Prefettura di Alessandria, come Direttore del Museo Vasariano di Santa Croce (incarico svolto a titolo volontario in collaborazione con l’associazione di protezione civile per i Beni Culturali Antonino Poma di Alessandria) al fine di realizzare uno dei più importanti spazi museali del territorio ( opere di Giorgio Vasari e scuola), la cui inaugurazione è avvenuta il giorno 20 del mese di ottobre 2011. L’incarico di direttore si è svolto sino al mese di Settembre del 2014.