Adozioni

Ufficio competente: Ufficio Nascite
Indirizzo: Palazzo Comunale, lato sinistro, secondo piano
Telefono: 0131 515217 – 0131 515331
E-mail: giancarlo.streppi@comune.alessandria.it

 

COSA FA L’UFFICIO

L’Ufficio trascrive il provvedimento che pronuncia l’adozione di minorenni o di maggiorenni.

DOVE E COME PRESENTARE LA RICHIESTA

I genitori adottivi non sono tenuti ad alcun adempimento.
L’Ufficio riceve direttamente dalla Cancelleria del Tribunale competente il provvedimento (e, quando previsto, anche l’atto di nascita dell’adottato) per il seguito di competenza.

CHI PUÒ PRESENTARE LA DOMANDA

Non è necessaria alcuna domanda.

DOCUMENTI DA PRESENTARE

Nessun documento da presentare.

SCADENZA

Nessuna scadenza.

MODALITÀ E TEMPI DI RISPOSTA

L’Ufficio trascrive il provvedimento di adozione, in quanto:

  • Comune di nascita dell’adottato se nato in Italia;
  • Comune di residenza dell’adottato se nato all’estero.

In quest’ultimo caso l’Ufficio trascrive anche l’atto di nascita dell’adottato, quando inviato dal Tribunale o consegnato dagli interessati.
Successivamente l’Ufficio provvede alle conseguenti annotazioni a margine dell’atto di nascita (adozione, eventuale acquisto della cittadinanza italiana, attribuzione del cognome spettante ai sensi del Codice Civile) ed alle connesse comunicazioni di sua competenza ai sensi della normativa vigente.

COSTO PER IL CITTADINO

Nessun costo.

AGEVOLAZIONI

Nessuna agevolazione.

RIFERIMENTI NORMATIVI

  • Libro I – Titolo VIII del Codice Civile
  • Legge 4 maggio 1983, n. 184 (Diritto del minore ad una famiglia)
  • Legge 5 febbraio 1992, n. 91 (Nuove norme sulla cittadinanza)
  • D.P.R. 12 ottobre 1993, n. 572 (Regolamento di esecuzione della Legge n. 91/1992)
  • Legge 31 dicembre 1998, n. 476 (Ratifica ed esecuzione della Convenzione per la tutela dei minori e la cooperazione in materia di adozione internazionale, fatta a l’Aja il 29.5.1993. Modifiche alla Legge 184/1983 in tema di adozioni di minori stranieri)
  • D.P.R. 1° dicembre 1999, n. 492(Regolamento recante norme per la costituzione, l’organizzazione e il funzionamento della Commissione per le adozioni internazionali, a norma dell’articolo 7, commi 1 e 2, della Legge 31 dicem-bre 1998, n. 476)
  • D.P.R. 3 novembre 2000, n. 396(Regolamento per la revisione e la semplificazione dell’ordinamento dello stato civile)
  • D.M. 27 febbraio 2001 (Tenuta dei registri dello stato civi-le nella fase antecedente all’entrata in funzione degli archivi informatici)
  • Legge 28 marzo 2001, n. 149 (Modifiche alla Legge 4 maggio 1983, n. 184 recante disciplina dell’adozione e dell’affidamento dei minori)
  • Circolari del Ministero di Grazia e Giustizia e del Ministero dell’Interno attinenti ed esplicative
  • Convenzioni internazionali in materia

IN EVIDENZA

Considerata la particolarità e complessità dei relativi procedimenti si consiglia di contattare sempre preventivamente gli operatori dell’Ufficio.