Condividi

Comunicazione di Subingresso nella titolarità o nella gestione per atto tra vivi o per causa di morte

Requisiti

REQUISITI PERSONE FISICHE

  • insussistenza di cause di divieto, di decadenza o di sospensione di cui all'art. 10 della legge 31/5/1965 n. 575 e s.m.i. (antimafia)
  • possesso del permesso di soggiorno per i cittadini extracomunitari

REQUISITI SOCIETÀ
Inesistenza di cause di divieto, di decadenza o di sospensione di cui all'art. 10 della legge 31/5/1965 n. 575 e s.m.i. (antimafia) per ogni socio (SNC), per i soci accomandatari (S.A.S.), per il rappresentante legale e per tutti i membri del Consiglio di Amministrazione (S.P.A. e S.R.L.)
 
REQUISITI PROFESSIONALI
L'esercizio dell'attività è subordinato alla nomina di un responsabile tecnico in possesso di almeno uno dei seguenti requisiti di idoneità professionale (art. 2 Legge 84/2006 smi):

  • frequenza di corsi di qualificazione tecnico-professionale della durata di almeno 450 ore complessive da svolgersi nell'arco di un anno;
  • attestato di qualifica regionale di formazione professionale in una delle materie di cui all'Allegato 4 della D.G.R. 14/10/2013 n. 27 - 6510 integrato da un periodo di inserimento della durata di almeno un anno presso imprese del settore , da effettuare nell'arco di tre anni dal conseguimento dell'attestato;
  • Diploma di istruzione secondaria di II° o Diploma di laurea,  compreso nell'elenco di cui all'Allegato 2 della D.G.R. 14/10/2013 n. 27-6510;
  • periodo di inserimento presso imprese del settore non inferiore a:
    1. un anno, se preceduto dallo svolgimento di un rapporto di apprendistato della durata prevista dalla contrattazione collettiva;
    2. due anni in qualità di titolare, di socio partecipante al lavoro o di collaboratore familiare degli stessi;
    3. tre anni, anche non consecutivi ma comunque nell'arco di cinque anni, nei casi di attività lavorativa subordinata.

Il responsabile tecnico, che può essere designato nella persona del titolare, di un socio partecipante al lavoro, di un collaboratore familiare, di un dipendente o altro addetto dell'impresa, accetta l'incarico con apposita dichiarazione (dichiarazione responsabile tecnico) e attesta di svolgerlo prevalentemente e professionalmente nella sede indicata.

Ai sensi dell'articolo 39 c. 4 della L.R. 7 maggio 2013 n.8, le tintolavanderie già in attività che non hanno ancora individuato il responsabile tecnico provvedono alla sua designazione entro il 30 settembre 2015 mediante una comunicazione al SUAP territorialmente competente. In caso contrario non possono proseguire l'attività.

Per le  lavanderie self service a gettone non sono necessari i requisiti professionali.

 

Modulistica

 

Nel caso fosse necessario ottenere una variazione di ragione sociale / titolarità dell'Autorizzazione generale alle emissioni in atmosfera , la relativa istanza dovrà essere presentata seguendo le istruzioni consultabili alla pagina Autorizzazione generale alle emissioni in atmosfera - AVG 

Cosa occorre fare

Occorre presentare allo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP):

  • Comunicazione di subingresso
  • Carta identità del richiedente
  • Per le società : Attestazione di insussistenza cause di di divieto, di decadenza o di sospensione di cui all'art. 10 della legge 31/5/1965 n. 575 e s.m.i. per ogni socio (SNC), per i soci accomandatari (S.A.S.), per il rappresentante legale e per tutti i membri del Consiglio di Amministrazione (S.P.A. e S.R.L.) e carte identità

Per le lavanderie a secco il titolare dovrà presentare al Suap istanza in bollo di volturazione dell'autorizzazione generale alle emissioni in atmosfera.

La S.C.I.A. e tutti gli allegati devono essere inviati allo Sportello unico delle Attività produttive di Alessandria tramite Posta elettronica certificata all'indirizzo Pec comunedialessandria@legalmail.it

Qualora il richiedente fosse sprovvisto di firma digitale, la pratica può essere presentata da un soggetto munito di procura speciale secondo le modalità indicate alla pagina PRESENTAZIONE DELLE PRATICHE SUAP

 

Costi

La presentazione della Comunicazione di subingresso  è assoggettata al versamento di Diritti di istruttoria pari a Euro 50,00  il cui pagamento potrà essere effettuato:

  • Tramite versamento sul conto corrente postale N. 17002155 intestato al COMUNE DI ALESSANDRIA – P.zza Libertà, 1 – 15121 Alessandria. Causale versamento: DIRITTI ISTRUTTORIA SUAP
  • Tramite bonifico Bonifico Bancario Conto Corrente Tesoreria del Comune di Alessandria n. 54245 Banco BPM Spa – Codice IBAN: IT54Q0503410408000000054245

La ricevuta di versamento deve essere allegata alla Comunicazione di subingresso