Condividi

A scuola di Logistica!

Il Comune di Alessandria in partnership con la Fondazione SLALA – Sistema Logistico Integrato del Nord Ovest d’Italia, l’istituto tecnico statale ‘A. Volta’, l’Istituto di istruzione superiore ‘Vinci Migliara, Nervi Fermi’ e l’ANPAL servizi s.p.a. ha firmato un Protocollo d’intesa per la realizzazione della attività previste dal progetto ‘Ampliamento del Polo Logistico Alessandrino’.
Il Comune di Alessandria intende, infatti, sostenere la diffusione della progettualità della logistica, intesa come opportunità di sviluppo dell’economia locale nei settori tecnici e professionali della logistica e dell’informatica. 
L’istituto tecnico industriale statale ‘A. Volta’ prevede fra i suoi indirizzi di studio il profilo di Tecnico in Logistica e Trasporti e il profilo di Tecnico Informatico e delle Telecomunicazioni, entrambi della durata di 5 anni; analogamente l’istituto di istruzione superiore ‘Vinci, Migliara, Nervi, Fermi’ si occupa della formazione di professionisti per il mondo del lavoro (ragionieri, segretari d’azienda, geometri e tecnici dell’industria della meccanica ed elettrica. 
Con il supporto della Fondazione SLALA e di ANPAL Servizi spa, la firma dell’odierno Protocollo si pone l’obiettivo di rafforzare i processi di transizione scuola lavoro, con azioni che, a livello locale, individuino nella zona della Provincia di Alessandria un’area ‘pilota per la preparazione di adeguate professionalità spendibili con immediatezza nel mondo del lavoro.
La formazione di professionalità adeguate è fondamentale per l’ampliamento del Polo Logistico alessandrino - hanno commentato di concerto il sindaco, Gianfranco Cuttica di Revigliasco e l’assessore ai Servizi Educativi e Scolastici, Silvia Straneo -. Questo Protocollo contribuisce alla formazione di giovani studenti con professionalità che possano trovare subito largo impiego sul nostro territorio. Il sistema della Logistica Integrata richiede che le Istituzioni collaborino con le scuole per individuare le strade più idonee per concretizzare questo importante obiettivo. La nascita di un polo formativo sulla logistica nella Città di Alessandria consentirà di creare collaborazioni e percorsi tecnici di stage volti a  sviluppare le necessarie competenze per garantire ‘chance’ occupazionali in questo settore in forte crescita”.
Nell’ambito del presente Protocollo di Intesa la collaborazione fra le parti si realizzerà, in particolare, nei seguenti ambiti:

  1. Qualificazione dei percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento degli studenti;
  2. Realizzazione di esperienze di orientamento di modelli innovativi di percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento;
  3. Messa a disposizione di specifiche professionalità per formare giovani studenti nelle tematiche delle nuove e più avanzate competenze necessarie ad operare nel settore della logistica moderna.
 

L’istituto ‘A.Volta’ e l’istituto ‘Vinci, Migliara, Nervi, Fermi’, attraverso una condivisione di percorsi proposti dalle aziende, si occuperanno di fare interagire gli studenti dei corsi di studio dedicati, affiancando la formazione in aula su aspetti normativi, di sicurezza, dell’etica del lavoro, con interventi esterni di personale specializzato sul tema.  A ciò si affiancheranno percorsi di stage e di PTCO presso un polo logistico di interesse, con eventuali risvolti occupazionali,  e presso gli uffici comunali negli ambiti allo sviluppo della logistica e alle attività informatiche connesse con la mobilità urbana e la smart City.
Il diplomato in Trasporti e Logistica e il diplomato in Informatica e Telecomunicazioni rivestono oggi competenze tecniche specifiche e metodi di lavoro funzionali allo svolgimento delle attività inerenti la progettazione, la realizzazione, il mantenimento in efficienza dei mezzi e dei relativi impianti, nonché l’organizzazione di servizi logistici e informatici ad essi connessi – ha spiegato il dirigente dell’istituto tecnico statale ‘A.Volta’, Maria Elena Dealessi -. La logistica acquista, pertanto, oggi un significato sempre più ampio, articolato e complesso; non riguarda solo azioni amministrative e gestionali che governano i flussi di materiali in un’azienda, ma implica anche concetti legati alla mobilità delle persone, alla manutenzione delle strutture logistiche, alla informatizzazione digitale, alla ricerca e dunque alla piena valorizzazione delle risorse umane per consentire lo sviluppo di un percorso di orientamento seriamente spendibile dopo il conseguimento del diploma. Pur mantenendo la specificità dei rispettivi indirizzi, grazie alla collaborazione del polo logistico SLALA e all'impegno concreto dei coordinatori di dipartimento dell'Istituto "A. Volta" nel settore Trasporti e Logistica (prof Simone Gatti) e nel settore Informatica e Telecomunicazioni (prof Roberto Bernardelli), è possibile fare rete tra le scuole per valorizzare  e creare un polo formativo sulla logistica nella Città di Alessandria per creare convenzioni di collaborazione a livello progettuale di percorsi tecnici e di stage per acquisire competenze necessarie a sbocchi occupazionali per questo settore in forte crescita nel nostro territorio. La logistica sviluppa competenze trasversali, riguarda tutte gli altri insegnamenti e diviene strumento formativo nella costruzione del cittadino, oltre che del professionista del futuro, gli studenti di oggi hanno bisogno di una formazione tecnica spendibile, perseguendo una forte specializzazione da applicare e sviluppare in una visione generale che apra al mondo delle professioni. L’insegnamento della logistica rappresenta la necessità di apertura alla innovazione e alla collaborazione condivisa da docenti e allievi chiamati a sfruttare ogni aspetto dell’apprendimento di competenze formali ed informali a loro disposizione. L’istituto "A. Volta" intende, attraverso una condivisione di percorsi proposti dalle aziende associate a SLALA con curvatura logistica, far interagire attivamente gli studenti del corso di trasporti e logistica e di informatics  su un percorso definito dal polo formativo e costituito da:

 
  1. formazione d’aula legata agli aspetti normativi, della sicurezza, dell’etica del lavoro e da interventi di personale tecnico logistico del territorio per la preparazione specifica dello studente 
  2. attivazione di un percorso di stage presso un polo logistico di interesse per lo studente e indirizzato quanto più possibile all’ assunzione post diploma
  3. utilizzare la trasversalità del settore per coinvolgere anche le altre specializzazioni dell’istituto contribuendo in modo completo alla implementazione  delle competenze richieste dal percorso proposto dalle aziende e necessarie per l’inserimento in questo settore di attività.
  4. sviluppare in sinergia con il polo formativo e aziendale eventuali percorsi post-diploma mirati a figure richieste nel settore logistico”.
 

La Fondazione SLALA metterà a disposizione degli studenti le proprie professionalità per garantire ai giovani, futuri protagonisti del mondo del lavoro di domani, una formazione adeguata nelle tematiche delle nuove e più avanzate competenze necessarie per operare nel campo della logistica moderna.
Come ha spiegato Cesare Rossini, presidente della Fondazione Slala (Sistema logistico del Nord Ovest d'Italia),infatti: «La logistica competitiva è destinata a governare processi in cui l'innovazione e la tecnologia sono imprescindibili ed è questa la logistica del terzo millennio che ha bisogno di profili professionali nuovi. Ecco perché abbiamo aderito al Protocollo e mettiamo a disposizione degli studenti le professionalità di cui disponiamo. La Commissione 'Percorso per le competenze trasversali e per l’orientamento', presieduta da Massimo Picollo, astigiano, imprenditore del settore della logistica, e coordinata da Paolo Ronchetti, alessandrino, punta a favorire lo sviluppo della formazione scolastica e professionale nel settore della logistica. Lo ha già fatto attraverso una serie di videoconferenze, organizzate, con il supporto dell'ANPAL (Agenzia nazionale politiche attive lavoro), che hanno coinvolto gli istituti Sobrero di Casale, Nervi-Fermi, Vinci, Migliara e Volta di Alessandria e il Marconi di Tortona e che hanno avuto come relatore Nicola Bassi, responsabile dello Sviluppo Nuovi Servizi di Uirnet Spa (organismo di diritto pubblico e soggetto attuatore unico del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per la realizzazione e la gestione della Piattaforma logistica nazionale digitale). Ora, grazie al lavoro della Commissione, stiamo organizzando un secondo ciclo di videoconferenze con l'Interporto di Vado Ligure (il presidente è Gian Luigi Miazza) che metterà a disposizione alcune professionalità interne, pronte a rispondere a tutto i quesiti, da quelli sulla logistica a quelli fiscali e doganali, che arriveranno dalle scuole. Lo stesso tipo di azione la stiamo sviluppando, grazie a Massimo Picollo, ad Asti dove sono state avviate le prime relazioni con gli istituti Artom e Giobert (quest'ultimo sta preparando il progetto di un corso in trasporti e logistica da attivare dall'anno scolastico 2021-2022) e con il sistema imprenditoriale che fa capo all'Unione industriale astigiana».
ANPAL servizi spa, infine, si impegna a facilitare con i propri servizi informativi i rapporti fra gli istituti scolastici nel territorio del polo logistico alessandrino, a fornire informazioni ai tutor scolastici ed aziendali e a promuovere la raccolta e la diffusione di modelli e buone pratiche di alternanza scuola lavoro per la diffusione di percorsi di qualità.
“ANPAL Servizi assiste da tempo sul territorio gli istituti scolastici nello sviluppo dei processi di riqualificazione dei servizi concernenti i ”percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento (PCTO), fornendo assistenza tecnica e strumenti nei processi di transizione scuola-lavoro, promuovendo l’utilizzo dei principali dispositivi di politica attiva del lavoro per i giovani – quali il tirocinio e l’apprendistato – e supportando le scuole nel coinvolgimento attivo del sistema della domanda, sviluppando e animando al contempo la rete di attori del mercato del lavoro per aumentarne l’efficacia – ha commentato Franco Mittica, rappresentante di ANPAL Servizi spa -. Questo accordo interviene nell’alessandrino per valorizzare le potenzialità del polo logistico, vero volano di sviluppo del territorio, attraverso un’assistenza agli Istituti Scolastici che ivi insistono per avviare nuovi percorsi di alternanza scuola-lavoro, fornendo al contempo informazioni utili ai tutor scolastici e aziendali per l’organizzazione di percorsi di qualità che possano diventare modelli e buone pratiche nella transizione scuola-lavoro”.
Il Protocollo non prevede alcun utilizzo di risorse finanziare a carico degli enti coinvolti nel Protocollo di intesa. Per garantire un’ottimale svolgimento di tutte le azioni necessarie è stata disposta la creazione di un comitato di coordinamento composto da un referente per ogni Ente coinvolto. Il Protocollo avrà la durata di un anno e si intenderà tacitamente prorogato fino al termine delle azioni progettali previste”.

Alessandria, 15 ottobre  2020
Ufficio Stampa