Condividi

Covid-19: al via l’erogazione di ulteriori buoni-spesa per altri 832 nuclei familiari

L’Amministrazione Comunale comunica che è al via l’erogazione di ulteriori buoni-spesa a favore dei nuclei familiari residenti nel Comune di Alessandria che si trovano in stato di bisogno economico e assoluta necessità di generi alimentari e beni di prima necessità a seguito dell’emergenza Covid-19.

«È importante questa seconda erogazione – dichiara il Sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco – perché va a completare, per il momento, una delle azioni che abbiamo intrapreso durante questo periodo emergenziale così complesso e che ci vede impegnati ad assegnare quasi cinquecentomila euro, ossia quanto stanziato dal Governo per la solidarietà alimentare a favore di nuclei familiari del nostro territorio comunale in difficoltà a causa del Covid-19».

I beneficiari di questo secondo avviso distributivo – individuati secondo quanto indicato dall’Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile n. 658 del 29.03.2020, in possesso di specifici requisiti e che hanno compilato la domanda sull’apposita piattaforma on-line attivata dal Comune – sono quei nuclei familiari che hanno maturato il diritto e non avevano ricevuti i buoni-spesa nel corso della prima tranche di distribuzione.

Se nel primo avviso distributivo sono stati consegnati 13.924 buoni-spesa per 4 settimane per un totale di euro  348.100,00 a favore di 928 nuclei familiari, per il secondo avviso è prevista la consegna di 6.074 buoni-spesa (con taglio da 25 euro ciascuno) per un totale di euro 151.850,00 a beneficio di 832 nuclei familiari. I buoni-spesa, in questo caso, sono stati calcolati per coprire 2 settimane.

Questi i requisiti fissati per la presentazione della domanda – per la quale c’era tempo dal 28 al 30 aprile 2020 – al fine di ottenere i buoni-spesa previsti nel secondo avviso:

  1. soggetti privi di qualsiasi reddito e/o copertura assistenziale; 
  2. nuclei familiari monoreddito, derivante da lavoro dipendente il cui datore di lavoro abbia richiesto ammissione al trattamento di sostegno al reddito a zero ore ai sensi del DL 18/2020; 
  3. nuclei familiari che non siano titolari di alcun reddito e nuclei familiari monoreddito, derivante da attività autonoma il cui titolare dell'attività abbia richiesto trattamento di sostegno al reddito ai sensi del DL 18/2020;  
  4. nuclei familiari monoreddito derivante da lavoro dipendente il cui datore di lavoro abbia richiesto ammissione al trattamento di sostegno al reddito ai sensi del DL 18/2020 a ridotto orario di lavoro; 
  5. nuclei familiari segnalati dall’ente gestore dei servizi socio-assistenziali o da soggetti del terzo settore, che non siano beneficiari o titolari di trattamenti pensionistici validi ai fini del reddito; 
  6. nuclei familiari in carico ai servizi sociali, anche beneficiari del reddito di cittadinanza, sulla base dei bisogni rilevati nell’ambito dell’analisi preliminare o del quadro di analisi da effettuarsi a cura dell’Assistente sociale di riferimento, con priorità per chi fruisce di un minore beneficio.
 

I buoni-spesa vengono erogati sulla base della seguente griglia:

  • nucleo familiare composto di n. 1 persona    €. 50,00
  • nucleo familiare composto di n. 2 persone    € .75,00 
  • nucleo familiare composto di n. 3 persone   €.100,00
  • nucleo familiare composto di n. 4 persone   €.125,00 
  • nucleo familiare composto di n. 5 e più persone €.150,00
 

L’entità del buono-spesa è stata incrementata in presenza di figli minori di tre anni e in presenza di soggetti minori/disabili con allergie alimentari (es. celiaci).

L’istruttoria della procedura è stata effettuata – d’intesa con l’Assessore alle Politiche Sociali Piervittorio Ciccaglioni – dalla Direzione Comunale competente e dal CISSACA e, per la gestione complessiva, l’Amministrazione Comunale si è avvalsa, oltre che del CISSACA, anche di ASM CulturAle Costruire Insieme.

Al fine di evitare assembramenti, come già avvenuto per la precedente distribuzione dei buoni spesa, anche per il secondo avviso i buoni saranno consegnati direttamente ed esclusivamente al domicilio dei beneficiari.

Per le consegne, grazie al coordinamento svolto dall’Assessorato all’Associazionismo guidato dall’Assessore Monica Formaiano, l’attività vede nuovamente il coinvolgimento non solo dei molti Dipendenti Comunali che su base volontaria si sono dati disponibili in questa azione, ma anche dei Volontari della Polizia Municipale, di quelli della Protezione Civile di Alessandria, di quelli di APS Social Domus, di FIAB Alessandria-Gli Amici delle Bici e dell’Oftal. Tutto il personale che provvederà alle consegne sarà chiaramente identificato.

«Colgo nuovamente l’occasione – commenta il Sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco – per ringraziare sentitamente, insieme agli Assessori Ciccaglioni e Formaiano, a tutta la Giunta e all’Amministrazione Comunale, i moltissimi Volontari, sia Dipendenti del nostro Ente che delle diverse espressioni del Terzo Settore alessandrino, per l’encomiabile opera che stanno svolgendo in questa emergenza e che li vedrà attivi nella consegna a domicilio di questi ulteriori buoni spesa a favore dei nuclei familiari che non erano stati beneficiati dalla prima consegna nelle scorse settimane».

I buoni spesa saranno da utilizzarsi esclusivamente negli esercizi commerciali del territorio che hanno aderito alla manifestazione di interesse.
L’elenco, in costante aggiornamento, è disponibile sul presente sito del Comune di Alessandria (vedere allegato).

Per maggiori informazioni, si può contattare il recapito telefonico dei Servizi Comunali che è stato appositamente dedicato: 0131 515490. 

 
 
 
 

Alessandria, 15 maggio 2020
Ufficio Stampa