Promozione della città

 

 

Alessandria è situata nella pianura tra il fiume Tanaro e la Bormida, ai piedi delle colline del basso Monferrato, ad un’altitudine di 95 mt. dal livello del mare; i suoi abitanti sono circa 90.200.

È un importante nodo ferroviario e stradale grazie alla sua felice posizione geografica al centro del triangolo industriale Torino – Milano – Genova.

Ha un’economia prevalentemente basata sul commercio e sull’attività del settore terziario anche se grande spazio è lasciato all’agricoltura, mentre l’industria, dopo un buon momento a cavallo fra gli anni 60 e 70, è ora in fase di stagnazione.

Storicamente conosciuta come roccaforte militare, grazie alla sua posizione strategica, Alessandria ha dovuto subire nel corso dei secoli l’attenzione di molti condottieri, trovandosi a volte coinvolta in conflitti che poco la riguardavano.

Da Federico Barbarossa a Napoleone la storia della città è costellata di episodi legati più all’arte militare che a quelle umanistiche e filosofiche. Ne hanno risentito sia l’indole dei suoi cittadini, realisti e poco propensi ai facili entusiasmi, sia lo sviluppo urbanistico che si è mantenuto rigorosamente all’interno dei due fiumi che la cingono.

La “Cittadella” è uno dei massimi esempi di architettura militare; costruita nel 1728 dal re Vittorio Amedeo II, e ulteriormente allargata nel corso dell’Ottocento, ha uno sviluppo perimetrale di tre chilometri e presenta una cinta a pianta esagonale con fronti bastionati.