Tatuaggio e piercing

L’attività di tatuaggio comprende tutte le tecniche atte ad inserire nel derma umano pigmenti di uno o più colori che, una volta stabilizzatisi, danno forma al cosiddetto tatuaggio ornamentale, per sua natura indelebile e permanente; l’attività di piercing comprende tutti i trattamenti non terapeutici finalizzati all’inserimento su cute o mucose in varie parti del corpo di oggetti di varia forma e composizione.

Lo svolgimento dell’attività di tatuaggio e piercing, é subordinato al possesso della qualificazione professionale .

Non é ammesso lo svolgimento dell’attività di tatuaggio e piercing in forma ambulante o di posteggio né presso il domicilio del richiedente .
L’attività di tatuaggio e di piercing è disciplinata dal Decreto del Presidente della Giunta Piemonte n. 46 del 22.5.2003 (allegati A, B, C, D, E) recante” Prime indicazioni tecnico-sanitarie per l’esecuzioni dell’attività di tatuaggio e di piercing”   ed è altresì soggetta alla disciplina del Regolamento  Comunale per l’esercizio dell’attività di Acconciatore ed Estetista ed attività collegate (tatuaggio e piercing)

L’applicazione di tatuaggio e piercing può essere esercitata nei confronti di minorenni solo previo consenso di chi esercita la patria potestà come specificato all’allegato E del Decreto del Presidente della Giunta Piemonte n. 46 del 22.5.2003

È fatto obbligo agli esercenti l’attività di tatuaggio e piercing di ottenere da ogni utente il consenso informato. I rischi dei quali deve essere informato l’utente sono specificati nell’allegato D del Decreto del Presidente della Giunta Piemonte n. 46 del 22.5.2003. La documentazione di tale consenso dovrà essere conservata dal gestore per almeno cinque anni.

Forme di impresa: L’attività di estetista deve essere esercitata esclusivamente in forma di impresa costituita sia in forma individuale, sia in forma societaria ai sensi di legge.

L’attività in esame può essere esercitata:

  • in forma artigiana, soggetta all’iscrizione allo specifico Albo delle Imprese Artigiane,
  • o come attività di servizio resa in forma non artigianale sottoposta al regime di iscrizione al Registro delle Imprese.

L’esercizio dell’attività di tatuaggio e piercing é soggetta a Segnalazione certificata di inizio di attività (SCIA) , da presentare allo Sportello Unico associato Attività Produttive di Alessandria (SUAP) unitamente alla notifica sanitaria della attività di tatuaggio e piercing; l’attività  può essere iniziata alla data di ricevimento della segnalazione (art. 19 L.241/1990)

RIFERIMENTI NORMATIVI

Regolamento  Comunale per l’esercizio dell’attività di Acconciatore ed Estetista ed attività collegate (tatuaggio e piercing)

 

UFFICI COMUNALI

SETTORE SVILUPPO ECONOMICO, MARKETING TERRITORIALE, SANITA’, AMBIENTE E PROTEZIONE CIVILE – Ufficio Commercio

Piazza della Libertà 1 – 15100 Alessandria – 1° piano lato via San Giacomo della Vittoria

  • Dott.ssa Roberta Forneris tel. 0131 515248
  • Sig.ra Carla Borasio  tel. 0131 515266

FAX: 0131 515379

PEC: suap@comunedialessandria.it

 

MODULISTICA

 

REQUISITI SOGGETTIVI MORALI

  • Ditta individuale: il titolare deve autocertificare che non sussistono nei propri confronti le cause di divieto, di decadenza o di sospensione previste dalla legge (art. 67 del D.Lgs. 06/09/2011, n. 159, “Effetti delle misure di prevenzione previste dal Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia”).
  • Società: l’ autocertificazione sopra indicata   deve essere presentata per ogni socio (SNC), per i soci accomandatari (S.A.S.), per il rappresentante legale e per tutti i membri del Consiglio di Amministrazione (S.P.A. e S.R.L.) .

Tale requisito dovrà essere verificato anche in capo al Responsabile tecnico se diverso dal titolare o da un socio.

 

REQUISITI PROFESSIONALI

I soggetti che intendono avviare l’attività di tatuaggio, piercing e trucco permanente in via esclusiva o complementare ad altre attività devono obbligatoriamente essere in possesso di un attestato di frequenza con profitto a specifici corsi erogati da enti formativi accreditati dalla Regione Piemonte finalizzato ad acquisire adeguate conoscenze sotto i profili igienico sanitari e di prevenzione.

Il percorso formativo non è obbligatorio per coloro che effettuano esclusivamente la foratura del lobo dell’orecchio e operino secondo le indicazioni di cui all’allegato A della Deliberazione Giunta Regionale 27 luglio 2016 n. 20-3738.

Considerata l’eterogeneità dei percorsi formativi erogati in altri ambiti regionali, l’equivalenza dei titoli professionali conseguiti presso altre Regioni, deve essere richiesta alla Regione Piemonte  Direzione coesione sociale – Settore standard formativi, qualità e orientamento – Via Magenta 12 Torino – documentando il percorso fatto.

Informazioni sui corsi e sul riconoscimento delle qualifiche possono essere reperiti nel sito della Regione Piemonte Sezione Sanità all’indirizzo http://www.regione.piemonte.it/sanita/cms2/prevenzione-e-promozione-della-salute/prevenzione-e-sicurezza-negli-ambienti-di-vita/1020-estetica-e-salute

E’ previsto l’obbligo di seguire un corso di aggiornamento ogni 4 anni dal conseguimento dell’attestato di frequenza con profitto o di altro attestato rilasciato da altre Regioni, ritenuto equivalente.

Il percorso formativo non abilita ad effettuare attività di piercing su parti anatomiche la cui funzionalità potrebbe essere compromessa (es. lingua, genitali, mammelle) e può essere effettuata soltanto da personale medico in strutture sanitarie.

A far data dal 30/04/2018 il periodo transitorio ammesso dalla Deliberazione della Giunta Regionale 27 luglio 2016 n. 20-3738 per l’esercizio della attività di tatuaggio e piercing ai sensi del quale erano previste deroghe al possesso del requisito professionale per l’esercizio della attività è concluso. Pertanto dal 01/05/2018 l’avvio di nuove attività è subordinato al completamento del percorso formativo previsto dalla Deliberazione della Giunta Regionale 27 luglio 2016 n. 20-3738 stessa.

 

REQUISITI PER I CITTADINI EXTRACOMUNITARI

I cittadini extracomunitari devono essere in possesso di un permesso di soggiorno, in corso di validità, che consenta l’esercizio di lavoro autonomo in Italia, secondo le vigenti normative. All’atto della presentazione della SCIA il richiedente deve indicare gli estremi di tale permesso oppure allegarne una copia.

 

REQUISITI DEI LOCALI IN CUI SVOLGERE L’ATTIVITA’ E  DELLE ATTREZZATURE E MODALITA’  DI SVOLGIMENTO DELLA ATTIVITA’

I locali in cui si svolge l’attività:

  1. devono avere destinazione d’uso propria ammessa per l’attività richiesta (categoria catastale C1)
  2. devono essere conformi alle disposizioni in materia di agibilità
  3. devono essere conformi alle norme in materia di caratteristiche dei locali destinati ad attività produttive alle quali sono addetti lavoratori subordinati o ad essi equiparati.
  4. devono essere conformi alle disposizioni dell’ articolo 3 del Regolamento Comunale per l’attività di tatuaggio e piercing  in merito a superficie minima, altezza, lavabilità dei rivestimenti e alla idoneità igienico sanitaria dei locali (Regolamento  Comunale per l’esercizio dell’attività di Acconciatore ed Estetista ed attività collegate (tatuaggio e piercing))
  5. I locali minimi per l’attività di tatuaggio e piercing sono costituiti da: locale/spazio di attesa, locale adibito alla pratica di tatuaggi o piercing, locale destinato alla sterilizzazione/disinfezione, locale deposito materiale sporco, deposito/spazio materiale pulito, servizi igienici, locale/spazio spogliatoio operatori;
  6. Ogni laboratorio deve avere almeno un servizio igienico a disposizione dei clienti e un servizio igienico per gli operatori.

Nei locali di nuova costruzione e in caso di lavori di ristrutturazione deve essere garantito l’abbattimento delle barriere architettoniche e il soddisfacimento del requisito della accessibilità;

L’esercizio della attività di tatuaggio e piercing  è vincolato a notifica  all’ASL competente per territorio  – Servizio di Igiene e Sanità Pubblica (SISP) del Dipartimento di Prevenzione – da presentarsi tramite il SUAP al momento della presentazione della SCIA. Al S.I.S.P.  compete la vigilanza in materia . La notifica, presentata a cura del legale rappresentante della struttura è  redatta sul modello, allegato A al  Decreto del Presidente della Giunta Piemonte n. 46 del 22.5.2003 a cui devono essere allegati Pianta e sezione dei locali, Dichiarazione di conformità di ogni impianto, Elenco delle attrezzature usate, Elenco dei materiali usati, Documento di valutazione dei rischi.

I locali le apparecchiature ed il materiale d’uso devono essere mantenuti in idonee condizioni igieniche . Le procedure utilizzate per esercitare l’attività di tatuaggio e piercing in sicurezza sono specificate nell’allegato B al Decreto del Presidente della Giunta Piemonte n. 46 del 22.5.2003 e all’art. 4 del Regolamento comunale per l’attività di tatuaggio e piercing
Presso ogni esercizio, prima di ogni trattamento deve essere compilata dall’esercente l’attività, una scheda individuale relativa ad ogni utente secondo le previsioni di cui all’allegato C del Decreto del Presidente della Giunta Piemonte n. 46 del 22.5.2003

 

COSA OCCORRE FARE

AVVIARE L’ATTIVITÀ:  occorre presentare  allo Sportello Unico delle Attività Produttive di Alessandria

  • Segnalazione certificata di inizio di attività  – SCIA avvio attività di tatuaggio e piercing

a cui andranno allegati:

  • Per le società : Modello dichiarazione soci Requisiti soggettivi morali
  • Dichiarazione del Responsabile tecnico sul possesso dei requisiti morali  e professionali (in caso di Responsabile tecnico  diverso dal titolare
  • Documentazione attestante il possesso del requisito professionale posseduto dal Titolare o dal Responsabile nominato
  • Notifica dell’attività di tatuaggio e piercing  firmata dal legale rappresentante e corredata da
    • Pianta e sezione dei locali con la rappresentazione delle apparecchiature, degli arredi fissi e dei posti di lavoro (firmata da professionista abilitato)
    • Dichiarazione di conformità di ogni impianto( elettrico, a gas,  idraulico) .
    • Elenco delle attrezzature usate. Tutte le apparecchiature devono dare riscontro in modo corretto del marchio di sicurezza CE ed essere dotate del manuale d’uso, della scheda tecnica e del libretto o scheda di manutenzione.
    • Elenco dei materiali usati. Per ogni sostanza deve essere allegata la scheda tecnica tossicologica comprensiva anche delle modalittà di impiego. Tutte e sostanze usate devono essere atossiche.
    • Documento della valutazione dei rischi.
  • Orario praticato dall’esercizio
  • Copia della ricevuta di versamento dei diritti di istruttoria di Euro 50,00

 

TRASFERIRE L’ATTIVITÀ: occorre presentare  allo Sportello Unico delle Attività Produttive di Alessandria

  • Segnalazione certificata di inizio di attività /trasferimento – SCIA avvio attività di tatuaggio e piercing

a cui andranno allegati,

  • Dichiarazione del Responsabile tecnico sul possesso dei requisiti morali  e professionali (in caso di Responsabile tecnico  diverso dal titolare)
  • Notifica dell’attività di tatuaggio e piercing  firmata dal legale rappresentante e corredata da
    • Pianta e sezione dei locali con la rappresentazione delle apparecchiature, degli arredi fissi e dei posti di lavoro (firmata da professionista abilitato)
    • Dichiarazione di conformità di ogni impianto( elettrico, a gas,  idraulico) .
    • Elenco delle attrezzature usate. Tutte le apparecchiature devono dare riscontro in modo corretto del marchio di sicurezza CE ed essere dotate del manuale d’uso, della scheda tecnica e del libretto o scheda di manutenzione.
    • Elenco dei materiali usati. Per ogni sostanza deve essere allegata la scheda tecnica tossicologica comprensiva anche delle modalità di impiego. Tutte e sostanze usate devono essere atossiche.
    • Documento della valutazione dei rischi.
  • Orario praticato dall’esercizio
  • Copia della ricevuta di versamento dei diritti di istruttoria di Euro 50,00

 

 SUBINGRESSO IN ATTIVITÀ: occorre presentare  allo Sportello Unico delle Attività Produttive di Alessandria

  • Segnalazione certificata inizio attività/ Comunicazione di subingresso per tatuaggio e piercing

a cui andranno allegati :

  • Per le società : Modello dichiarazione soci Requisiti soggettivi morali
  • Dichiarazione del Responsabile tecnico sul possesso dei requisiti morali  e professionali (in caso di Responsabile tecnico  diverso dal titolare)
  • Documentazione attestante il possesso del requisito professionale posseduto dal Titolare o dal Responsabile nominato
  • Dichiarazione del notaio (obbligatorio soltanto se l’atto che attesta il trasferimento di proprietà o di gestione è in corso di registrazione)
  • Copia della ricevuta di versamento dei diritti di istruttoria di Euro 50,00

 

AMPLIARE L’ATTIVITÀ occorre presentare  allo Sportello Unico delle Attività Produttive di Alessandria

  • Comunicazione di ampliamento di superficie

a cui, in caso di modifica che interessi l’area specificatamente occupata dalle postazioni di lavoro andranno allegati:

  • Notifica dell’attività di tatuaggio e piercing  firmata dal legale rappresentante e corredata da
    • Pianta e sezione dei locali con la rappresentazione delle apparecchiature, degli arredi fissi e dei posti di lavoro (firmata da professionista abilitato)
    • Dichiarazione di conformità di ogni impianto( elettrico, a gas,  idraulico) .

 

SOSTITUIRE O AGGIUNGERE UN  RESPONSABILE TECNICO: occorre presentare  allo Sportello Unico delle Attività Produttive di Alessandria

  • Comunicazione di sostituzione  o aggiunta di Responsabile tecnico

a cui andranno allegati:

  • Dichiarazione del Responsabile tecnico sul possesso dei requisiti e documentazione attestante il possesso del requisito professionale
  • Documentazione comprovante la definizione del rapporto di lavoro tra Titolare e Responsabile tecnico (in caso di ditta individuale)

 

CESSARE E/O SOSPENDERE L’ATTIVITÀ: occorre presentare  allo Sportello Unico delle Attività Produttive di Alessandria

  • Comunicazione di cessazione di attività

 

PRESENTAZIONE DELLA SCIA E  DELLE COMUNICAZIONI AL SUAP

La S.C.I.A. e tutti gli allegati devono essere inviati al SUAP tramite Posta elettronica certificata all’indirizzo Pec suap@comunedialessandria.it    e sottoscritti con firma digitale.

Qualora il richiedente fosse sprovvisto di firma digitale, la pratica può essere presentata da un soggetto munito di procura speciale secondo le modalità indicate nella pagina “Presentazione delle pratiche SUAP”

Il Comune provvederà a rilasciare ricevuta di presentazione e comunicazione di avvio di procedimento.
Il richiedente potrà iniziare immediatamente l’attività all’atto del ricevimento della ricevuta.
In caso la S.C.I.A. sia irregolare o incompleta il Comune ne dà comunicazione all’interessato entro dieci giorni dalla presentazione e ne chiede la regolarizzazione.
Il Comune dà avvio al procedimento finalizzato alla verifica dei presupposti e requisiti che si conclude entro il termine di sessanta giorni dalla presentazione della SCIA.
In caso di accertata carenza dei requisiti o dei presupposti il Comune dispone la conformazione alla normativa vigente dell’attività e dei suoi effetti.
Se non è possibile la conformazione, il Comune adotta entro 60 giorni motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell’attività e rimozione degli eventuali effetti dannosi di essa.

La SCIA non ha scadenza ed è valida nel rispetto degli obblighi previsti dalla normativa vigente. In corso di vigilanza, qualora si accertino: mancata sussistenza dei requisiti, infrazioni, abusi, mancata osservanza delle disposizioni vigenti in materia, oppure in conseguenza di provvedimenti di natura amministrativa e/o penale, l’Organo di vigilanza può richiedere all’Autorità sanitaria locale, tramite apposito procedimento formale, i necessari adeguamenti ovvero la chiusura dell’attività.

 

COSTI

Per il pagamento di diritti ed oneri di istruttoria, nelle more della disponibilità del sistema unificato di riscossione, il pagamento potrà essere effettuato mediante versamento:

  • Conto corrente postale: n.  17002155 intestato a Comune di Alessandria – Servizio Tesoreria
  • Bonifico bancario: Banco BPM Spa –  Codice IBAN: IT54Q0503410408000000054245 Tesoreria del Comune di Alessandria
  • pagoPA: Sistema pubblico che garantisce a privati e aziende di effettuare pagamenti elettronici alla PA in modo sicuro, affidabile e semplice. Accedi alla pagina pagoPA

con l’indicazione della causale di versamento: ONERI DI ISTRUTTORIA SUAP

Il richiedente dovrà scansionare e allegare alla pratica la ricevuta di versamento.

Si ricorda che per la presentazione di SCIA e istanze di autorizzazioni non è più possibile il pagamento in contanti presso la cassa economato.