1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Vai alla pagina iniziale
Testata per la stampa

Menu di sezione

Vai alla versione stampabile della pagina

Contenuto della pagina

CONVEGNO: "Censimento degli Alberi Monumentali e Valorizzazione del Paesaggio"

Locandina convegno

l'attenzione del legislatore per le aree verdi e l'adempimento - entro il 31 luglio 2015 - degli obblighi per i Comuni di applicazione della legge 10/2013


Il convegno si è svolto il 29 maggio 2015 al Centro Congressi del Marengo Museum, Spinetta Marengo Alessandria.


La Provincia di Alessandria e gli Osservatori del Paesaggio Alessandrino e per il Monferrato Casalese, con il patrocinio del Comune di Alessandria, hanno organizzato il convegno in oggetto per sensibilizzare e dare un contributo alle amministrazioni comunali della provincia riguardo alle normative recenti, ma richiamando anche quelle più datate, riguardanti gli alberi ed il loro valore
paesaggistico e/o monumentale.

Il convegno è stato indirizzato principalmente sul censimento degli alberi monumentali, da individuare secondo la legge 10 del 2013 ed il successivo regolamento attuativo, che prevede l'obbligo per i comuni di censire gli alberi che presentano caratteristiche di monumentalità e/o di valore paesaggistico e di comunicare l'elenco con relative schede alla Regione Piemonte entro il 31 luglio 2015.

Gli interventi nello specifico sono stati tenuti da un dirigente del Corpo Forestale dello Stato per quanto riguarda le modalità per le indicazioni delle caratteristiche di monumentalità; dal responsabile dell'esperienza già avviata dal Comune di Alba di attuazione del regolamento.

Oltre a come effettuare il censimento degli alberi monumentali, nelle relazioni tenute da tecnici dei comuni di Torino e di Alessandria, si sono richiamate le tematiche più generali affrontate dalla legge 10/2013 quali:

 
  • istituzione della giornata nazionale degli alberi (21 novembre di ogni anno);
  • norme più stringenti per la posa a dimora di un albero per ogni neonato;
  • rispetto ed inserimento nei piani regolatori comunali di standard qualitativi e quantitativi per le aree a verde;
  • importanza e valutazione delle capacità di assorbimento dell'anidride carbonica da parte delle alberate (anche ai fini del rispetto dei limiti fissati dal protocollo di Kioto).


Infine si sono trattate le altre normative attinenti le alberate quali:

  • lotta obbligatoria al cancro colorato del platano ed alla processionaria del pino (memoria scritta del Settore Fitosanitario della Regione Piemonte);
  • disposizioni volte a prevenire e gestire l'introduzione e la diffusione delle specie esotiche invasive, relazione svolta da un tecnico della Direzione Ambiente, Governo e Tutela del territorio Settore Sostenibilità e recupero ambientale, bonifiche della Regione Piemonte.
 
 
 

Relazioni tecniche