1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Vai alla pagina iniziale
Testata per la stampa

Menu di sezione

Vai alla versione stampabile della pagina

Contenuto della pagina

Nati per Leggere

Logo NPL
Logo Compagnia San Paolo
 

Amare la lettura attraverso un gesto d'amore: un adulto che legge una storia.

Ogni bambino ha diritto ad essere protetto non solo dalla malattia e dalla violenza ma anche dalla mancanza di adeguate occasioni di sviluppo affettivo e cognitivo. Questo è il cuore di Nati per Leggere. Dal 1999, il programma ha l'obiettivo di promuovere la lettura in famiglia sin dalla nascita. Recenti ricerche scientifiche dimostrano come il leggere ad alta voce, con una certa continuità, ai bambini in età prescolare abbia una positiva influenza sia dal punto di vista relazionale (è una opportunità di relazione tra bambino e genitori), che cognitivo (si sviluppano meglio e più precocemente la comprensione del linguaggio e la capacità di lettura). Inoltre si consolida nel bambino l'abitudine a leggere che si protrae nelle età successive grazie all'approccio precoce legato alla relazione.
Nati per Leggere è promosso dall'alleanza tra bibliotecari e pediatri attraverso le seguenti associazioni: l'Associazione Culturale Pediatri - ACP che riunisce tremila pediatri italiani con fini esclusivamente culturali, l'Associazione Italiana Biblioteche - AIB che associa oltre quattromila tra bibliotecari, biblioteche, centri di documentazione, servizi di informazione operanti nei diversi ambiti della professione e il Centro per la Salute del Bambino - ONLUS - CSB, che ha come fini statutari attività di formazione, ricerca e solidarietà per l'infanzia.

Sito nazionale: nati per leggere
Sito del Piemonte: nati per leggere piemonte

 
 

Nati per Leggere ad Alessandria


...un libro vale davvero moltissimo quando accompagna il bambino tra le braccia di mamma e papà: lì, in questo abbraccio fisico e mentale, vivrà alcune tra le sue più importanti esperienze e non dovrà viverle da solo...


Nati per Leggere è un progetto che prende il via in Italia nel 1999 per iniziativa dell'Associazione Italiana Biblioteche insieme con l'Associazione Culturale Pediatri ed il Centro per la Salute del Bambino.
Fondato sulla comune consapevolezza dell'importanza di inserire la pratica della lettura nell'ambito della prima infanzia (0 - 6 anni), la sua originalità consiste nell'alleanza tra soggetti diversi, impegnati nel sostenere concretamente lo sviluppo dell'abitudine a leggere ai bambini fin dai primi mesi di vita.
Nel corso di questi anni il progetto si è sviluppato in molte regioni con l'adesione anche di singoli Comuni e Province.
A partire dal 2005 l'Amministrazione Comunale di Alessandria ha aderito al progetto nazionale "Nati per Leggere", sostenuto anche dalla Regione Piemonte.

Ad Alessandria il progetto è promosso  dall'Assessorato ai Beni culturali e politiche giovanili e dall'Assessorato al sistema educativo e promozione dell'aggregazione sociale che hanno istituito un tavolo di lavoro per l'elaborazione di un'ipotesi progettuale, e hanno coinvolto servizi socio-educativi e sanitari, agenzie educative e associazioni locali, quali:

  • La Biblioteca Civica  " Francesca Calvo"
  • La Ludoteca C'è Sole e Luna
  • Le scuole
  • La FIMP (Federazione italiana medici pediatri)
  • Lo sportello cittadini stranieri
  • L'Associazione di volontari del "Progetto  Libriletti"
  • La struttura complessa di Ginecologia e Ostetricia dell'Azienda Ospedaliera Nazionale  "SS Antonio e Biagio"di Alessandria
  • La struttura Sviluppo e Promozione scientifica dell'Azienda Ospedaliera Nazionale  "SS Antonio e Biagio"di Alessandria
  • La biblioteca biomedica  dell'Azienda Ospedaliera Nazionale  "SS Antonio e Biagio"di Alessandria
  • AVOI
  • Il Museo della Gambarina
  • Le scuole comunali dell'infanzia
  • La Cooperativa Sociale Semidisenape di Alessandria
  • L'Associazione "Aspetto"(associazione di promozione sociale fondata da ostetriche e mamme)

tutte interessate ad adoperarsi e a collaborare per la diffusione di NPL sul territorio.
Negli ultimi anni, in conseguenza delle difficoltà che hanno coinvolto la città di Alessandria causa la dichiarazione di dissesto, il progetto ha risentito dei relativi disagi economici, ma ha cercato organizzativamente di adeguare le proposte rivolte a bambini e adulti, mantenendo un livello qualitativo di offerta sul territorio.
Oggi, con la "chiusura" del capitolo dissesto e con il graduale ritorno alla normalità del Comune di Alessandria, è intenzione di tutta la rete implementare il progetto nei contenuti e ampliare il numero di territori coinvolti.

Il progetto per il prossimo anno ha come obiettivo sensibilizzare e invitare le famiglie (e tutti gli adulti che si occupano di bambini) alla lettura ad alta voce e alla narrazione, fin dai primi mesi di vita.
Perché leggere ad alta voce ai bambini fin dalla più tenera età stimola la loro capacità di comprendere e pensare, anticipa l'acquisizione del linguaggio e soprattutto accresce le relazioni affettive tra i componenti della famiglia.

Il percorso proposto dall'Amministrazione Comunale si fonda su alcune aree di intervento:

  1. la formazione degli adulti alla narrazione e alla lettura ad alta voce
  2. l'informazione sull'importanza e la valenza della lettura nella prima infanzia
  3. la promozione della lettura.
 
 
 
 
 

Anno 2016

 

Dono del primo libro

E' iniziata  a febbraio  l'iniziativa  Dono del primo libro, con la collaborazione  del personale del Servizio Stato Civile .Negli uffici comunali, nel momento della registrazione della nascita da parte dei genitori, vengono distribuiti in dono ai nuovi nati in Alessandria, due libri : Un nido di filastrocche  di Joanna Carioli, edito da Sinnos di Roma e  I puntini rossi  di Altan, edito da EL di Trieste.  Insieme ai libri  viene  consegnato anche l'opuscolo che contiene  la bibliografia aggiornata di testi per l'infanzia e le indicazioni circa lo sviluppo del bambino e delle sue abilità ,legate alla comprensione del  linguaggio parlato e scritto.

Libri e salute

Gli studi pediatrici, i reparti ospedalieri di neonatologia e di pediatria e  i consultori familiari rivestono un ruolo di rilievo nella sensibilizzazione delle famiglie sull'importanza della lettura ad alta voce per i bambini più piccoli. Nelle strutture sanitarie è possibile distribuire materiale informativo, fare dono di libri, ospitare punti di prestito, organizzare letture animate.

A tale scopo il progetto NPL  della rete  di Alessandria comprende:

  • la collaborazione con i servizi pediatrici del Servizio di promozione ed Educazione alla Salute del distretto ASL/AL  nei programmi di attività dei Centri Gioco Locali - Ludoteca Comunale C'è Sole e Luna, Centro Gioco Il Bianconiglio dell'Azienda Speciale Multiservizi "Costruire Insieme";
  • il coinvolgimento  delle volontarie del Servizio  Civile Nazionale aderenti al progetto "La biblioteca  dei detenuti e dei pazienti: incontri con i  lettori in carcere e ospedale" nello svolgimento dei corsi pre parto del reparto di Ginecologia e Ostetricia dell'Ospedale Civile   "SS Antonio e Biagio" e nelle letture animate per i  piccoli pazienti dell'Ospedale Infantile "Cesare Arrigo";
  • la distribuzione, da parte degli operatori dell'Azienda Speciale "Costruire Insieme" negli studi pediatrici del kit comprendente materiale illustrativo  curato dalla Regione Piemonte,l'opuscolo pubblicato dalla Rete  e  i manifesti illustrativi 2016.
 
 

Progetto 2015-2016