Dati ARPA su Clara e Buona: commento dell’assessore all’Ambiente

8 settembre 2017

Non esiste nessun rischio o pericolo di inquinamento per la popolazione di Alessandria come confermano i dati dei rapporti di prova sui controlli effettuati dal Polo amianto di ARPA sui siti di Clara e Buona e Pieve dopo le comunicazioni del rilevamento di concentrazioni di amianto maggiori di 1 ff/l delle scorse settimane”.

Con queste parole, l’assessore all’Ambiente del Comune di Alessandria, Paolo Borasio, commenta i dati pervenuti da ARPA che certificano che si è trattato di un ‘falso positivo’.

Le fibre che sono state rilevate – ha continuato l’assessore Borasio –   sono in gran parte di antigorite (stessi elementi chimici della fibra amiantifera, ma differente morfologia) che, al contrario di quella amiantifera,  non è pericolosa se inalata. Purtroppo il laboratorio Fenice di Torino, che effettua le analisi per conto del COCIV sui campioni prelevati dalle centraline di rilevamento, non ha effettuato, da quello che risulterebbe, le verifiche sulla morfologia delle fibre contenute nei campioni esaminati, ma solo sulla composizione chimica. Le successive analisi realizzate autonomamente da ARPA, sul quale si è espresso anche l’Osservatorio Ambientale del terzo Valico nella sua prima riunione dello scorso mercoledì, dimostrano, invece, quanto sopra affermato in merito alla presenza di antigorite.  Ringrazio tutti gli Enti preposti al controllo per aver mantenuto alta l’attenzione ed aver attivato immediatamente tutte procedure cautelative necessarie, nonostante il cantiere fosse chiuso per ferie ed i conferimenti fossero sospesi”.

 

 

Alessandria, 8 settembre 2017

UFFICIO STAMPA